(aggiornamento 20.07.2002)

 BUCCICO  AL C.S.M.

 

Con il massimo  dei  voti  -   (è, infatti ,  risultato il primo degli  eletti, rispetto   a  nomi , tutti   di  altissimo livello) - il Parlamento ha eletto l'Avvocato NICOLA EMILIO BUCCICO componente del CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA. La scelta di Buccico, attuale presidente del C.N.F. (Consiglio Nazionale Forense)  rappresenta un riconoscimento  meritato all'Uomo ed al ruolo  da  lui  svolto,  nel  delicato  rapporto   delle  varie componenti del mondo dell'Avvocatura  e tra  esso e la Magistratura italiana. I recenti fermenti, talora vicini ad una sorta di conflitto tra due essenziali poteri dello Stato, specie allorchè determinati da ipotesi di riforme che non possono prescindere da un'approfondita consultazione con le rappresentanze della Magistratura e dell'Avvocatura, confermano l'esigenza di poter contare su personalità di provata esperienza e saldo equilibrio, quale è, appunto, Buccico, la cui elezione plebiscitaria è, da molti, vista - e da noi auspicata - come una  precisa indicazione per la massima carica di vicepresidente dell'Organo di Autogoverno della Magistratura. Per  noi avvocati  Nicola  Emilio  Buccico resterà  l'amico cordiale e austero, che ha guidato con prestigio - prima come Consigliere Segretario e, da ultimo, come Presidente

- il massimo organo di rappresentanza nazionale  del Foro ,distillando, in ogni sua  estrinsecazione ufficiale e privata, la sua eloquenza di alto spessore culturale accompagnata da citazioni letterarie e giuridiche  fatte con la naturalezza del vero Avvocato  e con la sola  simpatica civetteria di confidare la sua avversione per il mouse (moderno strumento del sapere telematico) ed il suo rapporto d'amore (di tipo...quasi sensuale- come ebbe ad affermare in occasione di una splendida commemorazione del Maestro De Marsico) con la pagina stampata. Non meno memorabile è stata, poi , la sua attività  di coordinamento  del C.U.P., protesa ad armonizzare le attività  di tutte le libere professioni  che , tra non molto, sarà oggetto di una Direttiva del Parlamento Europeo.

              *     *    *

 

I recenti sviluppi all'interno del CSM hanno  portato  all'elezione di Virginio Rognoni , già  MInistro e Presidente della Commissione Giustizia della Camera: ciò, tuttavia, non farà venir meno l'apporto determinante di Buccico all'attività dell'Organo di autogoverno  dei Giudici.