( aggiorn. febbr. 2011 )

"CARTA EUROPEA DEL GIUDICE LAICO" A BRUXELLES, GIUSTIZIA ETICA DEI GIUDICI NON TOGATI 

In occasione del terzo Forum Europeo della Giustizia Laica, organizzato dall'Accademia Europea di Berlino , è stata elaborata a Londra, nel luglio 2011, la bozza della Carta Europea del Giudice Laico a cui hanno partecipato i delegati delle organizzazioni degli Stati Membri .Per l''Italia era presente solo una delegazione di G.O.T. (Giudici Onorari di Tribunali,), figura di Giudice laico che - com'è noto - ha sostituito l'antico Vice Pretore, dopo l'entrata in vigore del Giudice Unico, con la soppressione delle Preture. Dopo una serie di contatti, autorevoli esponenti dell'Accademia hanno offerta all'italiana Dott.ssa Margherita Morelli, in rappresentanza dei Giudici di Pace del nostro Paese, di sottoporre alcuni emendamenti alla Carta, che venivano esaminati e discussi, nel corso dei successivi incontri tenutisi a Berlino nell'ottobre e novembre dello scorso anno , culminati con la stesura definitiva della Carta ,

tradotta in tre lingue(francese,inglese e tedesco), approvata definitivamente il 10 maggio u.s., presso il Parlamento Europeo, con la sottoscrizione da parte dei delegati dei singoli Stati membri, tra cui - per i Giudici di Pace italiani - i dott. Antonio Mannino e Margherita Morelli (nella foto). In particolare - come sottolinea, con legittimo orgoglio la Morelli -all'art.VIII della Carta è inserito l' emendamento elaborato dalla stessa Morelli, riguardante " i doveri del giudice di pace, con riferimento al codice etico" . * * * Nel dare volentieri conto dell'importante evento, GIUSTIZIAOGGI, informa che il testo della Carta, (nella versione in italiano curata dalla stessa G.d.P. Morelli), può essere richiesto , da chi ne abbia interesse, anche via mail , a questa testata. Enrico Romano - capo redattore