(aggiorn. agosto 2012 )

CORAGGIOSA PRESA DI POSIZIONE DELLA A.N.F.IN TEMA DI RIFORMA DEL PROCESSO CIVILE

"Dubitiamo fortemente che la crescita del Paese passi attraverso le norme draconiane sul processo civile previste dal recente DL Sviluppo varato dal Governo, approdato ieri in Gazzetta". Con queste parole l'Avv.Ester Perifano, confermata segretario della Associazione Nazionale Forense nel recente Congresso nazionale, ha commentato la riforma approvata dal CdM . In particolare la critica si concentra sulla introduzione , nei processi di appello,di una sorta di filtro che consentirà al Giudice di secondo grado di effettuare una sommaria delibazione preventiva del ricorso, per dichiararne la inammissibilità senza far luogo a discussione in contradditorio tra le parti e approfondimento del merito. Giustamente , nel valutare questo potere insidacabile del giudice (che - a quanto pare - non implicherà esauriente motivazione n.d.r.) la Perifano non esita a parlare , con garbata ironia, di capacità divinatorie attribuite dal Legislatore al magistrato!

Per parte nostra, condividiamo le perplessità espresse da più parti sui recenti interventi legislativi adottati nell'ambito del c.d. Decreto Sviluppo e aspettiamo con preoccupata fiducia gli aggiustamenti che dovranno essere apportati alla riforma, per non penalizzare l'avvocatura , specie nelle fasce più giovani, per le quali la già introdotta liberalizzazione delle tariffe si è già rivelata fortemente penalizzante.A tal proposito, nel rivolgere - da queste colonne - un pressante appello agli Organi istituzionali di rappresentanza della Classe Forense ad essere attivamente vigili in questo delicato momento della vita forense, cogliamo l'occasione per plaudire alla Associazione Nazionale Forense di essersi aperta al mezzo di comunicazione Web, cosa che - ci sia consentito affermare con una punta di orgoglio - ha rappresentato una nostra scelta da oltre dieci anni!Formulando molti auguri di buon lavoro, siamo lieti, dunque,di pubblicizzare il sito che è wwwanftv.it Ciao Ester !

 

M.R.