(aggiorn.marzo 2012)

UNA PERDITA PER IL MONDO DELLA CULTURA UNIVERSALE

LUCIO DALLA, molto più che un Musicista !

Scapigliata, ironica e scanzonata era questa l'immagine che Lucio amava dare di sè, quasi a confondere sulla sua vera personalità che - per chi lo conosceva oltre il bagliore dei riflettori - era fatta di sentimento, cultura e profondissima umanità. Giustiziaoggi è onorata di iscrivere il suo nome nel famedio già dedicato, con accorati ricordi, a personalità di altissimo spessore che - come Lui - hanno lasciato un vuoto incolmabile per il mondo della Cultura che annovera i grandi talenti di tutti i tempi. In una recente intervista-confessione, Dalla rivelava di sentirsi in larga misura cittadino partenopeo,ricordando i suoi stretti legami con Napoli e Sorrento quale solida base di tale sua napoletanità, anche se - aggiungiamo - la grandezza senza confini della sua poesia in musica lo ha reso cittadino del mondo, sempre presente, per cui si fa fatica a parlarne al passato...

E' anche per questo che, nell'imminenza del Forum della Cultura universale, in programma a Napoli nella primavera del 2013, da queste colonne, ci permettiamo di chiedere agli organismi preposti a tale importantissimo evento ,e in primo luogo al Sindaco De Magistris, di voler riservare uno spazio adeguato a questo grande Amico, esprimendogli, con ciò stesso, la gratitudine per essere stato intensamente nostro conterraneo.