(aggiorn. luglio 2012 )

  AVIS, COMUNE & LIONS, INSIEME PER UNA RACCOLTA PUBBLICA DI SANGUE

Certamente lodevole, anche se distinta da un logo alquanto discutibile ("O' Sanghe e' chi t'è Vip"), che a Napoli evoca una poco simpatica imprecazione , l'iniziativa che nei giorni scorsi (la notizia è giunta nella nostra redazione in ritardo, con ben scarsa eco sulla stampa "maggiore"...) ha visto impegnati insieme i Donatori di sangue dell'AVIS , con il Comune di Napoli, rappresentato dal Sindaco Luigi De Magistris(nella foto: in alto a sinistra) e al Lions Club del Distretto 108YA, con la partecipazione del neo Governatore Gianfranco Sava (nella foto: in alto a destra). Il successo che ha arriso all'evento, lascia presagire - per le future edizioni che si terranno ogni anno in piazza,nella primavera, secondo gli intendimenti del sindaco - un interesse sempre crescente della società civile verso un fenomeno di cui si parla poco, ma che rappresenta uno dei massimi problemi per la nostra sanità e per la salute in generale. L'Avis che attualmente conta un milione e duecentomila donatori - com'è noto - si occupa sul territorio nazionale della raccolta di sangue da distribuire alle strutture ospedaliere, coprendo, con la sua attività, l'80% del fabbisogno di sangue che In Italia è pari a ben ottomila unità al giorno. Non tutti sanno che Il sangue non è riproducibile in laboratorio, per cui donarlo rappresenta un gesto di altissima e insostituibile solidarietà, cui - peraltro - corrisponde,da parte dei medici dell'Avis, un'analisi gratuita del sangue del donatore che consente un controllo costante del proprio stato di salute. Donando il sangue, infatti, ogni donatore riceve gratuitamente a casa i risultati del prelievo con i valori di glicemia, colesterolo, hiv e le informazioni relative al gruppo sanguigno di appartenenza. Dunque, a dare l'esempio questa volta sono stati numerosi volti noti dello spettacolo (di qui il riferimento ai vip, accoppiato al sangue...).

A parte qualche personaggio minore (forse in cerca di un'occasione di visibilità) sicuramente degna di rilievo la partecipazione di veri beniamini del pubblico partenopeo e non solo ,come Lucia Cassini, Patrizio Rispo, Gino Rivieccio (nella foto, in basso:nell'ordine) e tanti altri, che hanno sfilato compostamente dinanzi alle autoemoteche di piazza Trieste e Trento, assolvendo ad un compito di grande civiltà oltre che di solidarietà umana, in piena sintonia con i principi del lionismo internazionale, sempre condivisibili, in particolare quando si occupa dei problemi del territorio, piuttosto che di quelli esistenti in altre parti del globo:in proposito, riflettendo sui mali della nostra bella regione (che vanno, purtroppo, dalla mala-sanità ai rifiuti), vien fatto di pensare ad un adagio attribuito al grande Cardarelli che diceva: "Non pensare ad una diagnosi lontana, quando ne hai una a portata di mano". Sicuri che il pragmatismo che lo contraddistingue, ispirerà il neo Governatore Sava verso traguardi tangibili e concreti, come quello per il quale ci ha messo la faccia nella sua prima uscita ufficiale, nel ringraziare Avis e Comune di Napoli, diciamo : buon lavoro Gianfranco, in questo Tuo anno di servizio ! La Redazione di Giustiziaoggi