( aggiorn. febbraio 2013 )

IL TESTIMONE

DI PIETRA / A ORTA DI ATELLA, IL CASTELLO DI CASAPOZZANO : UN MIRABILE ESEMPIO DI STORIA E DI CULTURA

L'antica denominazione di " Putei-anum", ( " Puctianum") e successivamente "Casapuctianum" (casa del pozzo) trae la sua origine dalla caratteristica del luogo, ricco di pozzi, grazie alla presenza di falde acquifere site a pochissimi metri di profondità .Nata come torre di guardia, in epoca longobarda, la mastodontica struttura si sviluppò nella successiva epoca normanna, fino ad assumere la forma di castello tramandata ai giorni nostri, sia pure attraverso non poche trasformazioni, per iniziativa dei vari proprietari, dai fratelli Mosca (nel secolo XI), ai Capece Minutolo, che lo possedettero in varie epoche, alternandosi con le famiglie dei Filangieri, dei Magliulo e dei Bozzuto. E' proprio ai Capece Minutolo - che ne tornarono in possesso nel 1378 - che si deve il restauro, a cura del Cardinale Enrico Capece Minutolo, di cui è memoria la lapide marmorea situata dopo il ponte levatoio all'ingresso del maestoso edificio.Un'ulteriore radicale modifica del castello fu, poi, posta in essere dalla nobildonna irlandese Alicia Higgins sposata da Vincenzo Capece Minutolo, nel secolo XVIII: al suo nome è intitolato il "luogo" ,

con una iscrizione su pietra che sovrasta il portale di accesso che si apre sul piazzale e alle sue scelte architettoniche risale la presenza degli stemmi e dei comignoli tipici dell'architettura inglese del '700.

Infine, Il complesso immobiliare (nella forma tuttora esistente, fatta oggetto di un completo ed amorevole restauro che ne ha riportato in luce lo splendore e le testimonianze storiche e culturali) è passato agli eredi della famiglia Del Balzo, i quali ne divennero proprietari a seguito del matrimonio fra Clotilde Capece Minutolo di Bugnano dei Duchi di Miranda e Giovanni Battista Del Balzo, Duca di Caprigliano.

Fin dalla sua inaugurazione, nel 2012, il prestigioso edificio è stato sede di eventi di portata internazionale, quali mostre e meeting culturali che hanno consentito ai convenuti accorsi da ogni parte d'Italia di godere di uno spettacolo unico di memorie storiche.