( aggiorn.giugno 2017 )

GERUSALEMME E IL MISTERO DELLA CROCE

                                                                                                            di RAFFAELE CRISILEO

La croce di Gerusalemme è un simbolo antico dei cristiani d'oriente. Secondo la tradizione, lo stemma del Regno di Gerusalemme era una croce potenziata d'oro incastonata nell'argento da quattro crocette pure d'oro;

simbolo che supera la regola della scienza araldica.

Mai "sovrapporre" "metallo su metallo"; in questo caso, invece, le croci d'oro sono sovrapposte al fondale d'argento In ogni lato della Citta' Santa vi e' la croce di Gerusalemme: Stemma del Patriarcato dei Latini di Gerusalemme, della Custodia Francescana di Terra Santa e dei Cavalieri dell' Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme. E' una croce potenziata con quattro piccole croci ed ha un significato misterioso. Alcuni ritengono che essa sia diventata un simbolo del Regno di Gerusalemme, altri la fanno derivare dai sigilli dell'imperatore latino di Costantinopoli, altri ancora pensano che il numero delle croci ha una motivazione teologica.

In questo contesto il sacerdote si segna cinque volte, dinanzi all' Ostia Consacrata, pronunciando le parole Hostiam Puram, Hostiam Sanctam, Hostiam Immaculatam, Panem sanctum vitae aeternae, et Calicem salutis perpetuae.

Sempre nel XIII secolo inizia la consuetudine che il sacerdote mostra l'ostia consacrata per ricordare le cinque piaghe di Cristo. Tra la fine del 1300 e gli inizi del 1400 lo Stemma del Regno di Gerusalemme è raffigurato con cinque croci in una (croce potenziata) sulla quale cinque chiodi (piaghe) sono disegnate in rosso.

Successivamente si diffuse sempre di più l'idea francescana : le cinque piaghe di Francesco rievocano le cinque piaghe di Gesù. In quel periodo Papa Clemente affidò ai francescani di Terra Santa la cura dei pellegrini latini. In seguito

essi iniziarono a monopolizzare la Croce di Gerusalemme.

L'Ordine del Santo Sepolcro, da loro promosso, veniva onorato con il conferimento della Croce di Gerusalemme per chi si era recato in pellegrinaggio a Gerusalemme All'inizio fu importante per i francescani avere la prerogativa di conferire il titolo di Cavaliere del Santo Sepolcro che venne loro confermata da una lettera del Papa nel 1525. Il simbolo veniva cucito sull'abito dei pellegrini. Accanto al ramo di palma utilizzato a partire dall'inizio del Medioevo la croce gerosolimitana divenne l'attributo principale del pellegrinaggio in Terra Santa. Nel XVI secolo, i francescani in Terra Santa fecero un uso ufficiale. della croce di Gerusalemme. Nel XVII secolo fu ancora piu' forte il collegamento tra le cinque piaghe di Gesù e le cinque stimmate di san Francesco e fu introdotto nello stemma della Custodia di Terra Santa le braccia incrociate di Gesù e di Francesco. Verso la fine del 1800 il Papa istitui' il Patriarcato dei Latini a Gerusalemme che pose al vertice un cardinale

Gran Maestro. Il simbolo della croce di Gerusalemme è oggi in ogni punto della Terra Santa.

Visitare Gerusalemme significa assaporare un

pezzo di Paradiso sulla terra. Parola di chi sta per intraprendere questo viaggio per la ventesima ed

ogni volta è lo stesso desiderio della prima volta.