( aggiorn. luglio 2016 )

ALLEGRAMENTE…

Con le lacrime agli occhi

 

 di Salvatore DE BERNARDO

Quello che proponiamo ai nostri lettori è l’ultimo (in ordine di

tempo)… distillato lirico di

Salvatore De Bernardo, “poeta per caso e terra terra”, come

egli stesso ama definirsi, con una modestia ed un’autoironia che ne svelano l’indole di arguto osservatore

dei fatti di vita quotidiana.

Una vita serena, un bilancio tutto sommato appagante è quel che

si coglie nei suoi “Pensieri in poltrona”,

una sorta di post-fazione in rima sciolta che appare nella controcopertina di

questa bella raccolta di poesie:

 

C’è rimasta sol la

testa,

ma anche a lei faran la

festa.

Il tempo scorre sempre

uguale,

e ogni tanto dà un

segnale.

Aspettando mi appapagno…

E nel passato faccio un

bagno.

Nel replay rivedo tutto:

il tempo bello e quello brutto.

Ho goduto ed ho sofferto,

rivedendomi, mi diverto.

Ringrazio chi di dovere…

E chiedo di morire vivo,

per piacere!!