(aggiorn. Giugno 2015 )

Pubblichiamo, di seguito, le rivendicazioni della

Associazione Nazionale Avvocati Italiani

contenute in un manifesto apparso sul sito nazionale A.N.A.I.

presieduta dall’Avv.Maurizio De Tilla

 

Valori indeclinabili dell’avvocatura

 

1.- Pluralismo, democrazia e tutela delle minoranze.

2.- Indipendenza, autonomia ed assenza di qualsiasi complicità.

3.- Determinazione nelle azioni senza alcun "ravvedimento operoso".

4.- Nessun condizionamento politico.

5.- Reale rappresentatività e forte territorialità.

Priorità irrinunciabili delle Battaglie ANAI

1.- Attuazione ed esecuzione della sentenza TAR Lazio che ha annullato il regolamento elettorale forense.

2.- Stralcio dalla

riforma del processo civile della parte che limita i diritti di difesa

e di impugnazione (deve rimanere solo l’abrogazione del filtro in

appello).

3.- Dovrà essere attribuita all’avvocato una parte significativa dell’attività oggi svolta davanti al giudice (decreto ingiuntivo non esecutivo, licenza e sfratto, atti di volontaria

giurisdizione etc).

4.- Dal d.l. sulla concorrenza va stralciata la parte che riguarda l’avvocatura.

No perentorio al socio di capitale.

5.- Va difesa l’autonomia e l’indipendenza della Cassa forense e va fortemente implementato il Welfare per i giovani, per le donne avvocato e per i colleghi che sono in difficoltà.

6.- Il processo telematico non potrà che essere totale. Va abbandonato definitivamente il cartaceo.

Per attuare ciò, il digitale va implementato con forti risorse, con una nuovaorganizzazione,

con i dispositivi di sicurezza, con una magistratura attrezzata e competente.

Se ciò non sarà possibile entro la fine del 2015, si dovrà ripensare tutto

e/o intraprendere diverse strade digitali (anche meno costose).

L’estensione del processo telematico alle Corti di Appello deve slittare almeno di sei mesi.