RICORDO DI MONS.GIUSEPPE CRISCUOLO

 

L’improvvisa dipartita dell’alto Prelato rappresenta un vuoto incolmabile per la cristianità ed il culto dei buoni sentimenti

 

Ordinato sacerdote il 12 luglio del 1959  dall'allora vescovo Mons. Teutonico, Mons. Giuseppe Criscuolo ha svolto vari e prestigiosi ministeri ecclesiali negli ottanta anni di vita conclusa cristianamente trenta giorni or sono, il 5 ottobre del corrente anno, dopo una brevissima ed inesorabile malattia. Assistente della GIAC e delle ACLI e segretario particolare dell'indimenticabile vescovo Antonio CECE, nei suoi anni giovanili, Mons.Criscuolo assunse l’incarico di parroco in Sant'Antonio dal 1970 al 1980 e successivamente in Casaluce dal 1980 al 2013, anno quest’ultimo in cui divenne Canonico del Duomo, Presidente dell'Istituto Diocesano di

Sostentamento del Clero (2000-2005) e Difensore del Vincolo del Tribunale Ecclesiastico diocesano. Conseguita la laurea in lettere e filosofia presso la " Sapienza" di Roma, ha insegnato materie letterarie negli istituti superiori statali, finendo la

la sua carriera al "Gallo"di cui fu anche vice preside per poi diventare dirigente, per alcuni anni del ginnasio-liceo "Innico Caracciolo" del seminario vescovile. Al suo impegno e dedizione si deve la ricostruzione e la riapertura al culto della Chiesa Madonna di Casaluce, parzialmente distrutta dal terremoto del 1980, che provocò anche la morte del parroco e di alcuni familiari. Il rito funebre, che ha visto la Cattedrale normanna affollata all'inverosimile, è stato concelebrato dal Cardinale Crescenzio Sepe e dai vescovi Angelo Spinillo, Mario Milano ed Andrea Mugione, mentre hanno fatto pervenire messaggi di cordoglio l'ex vescovo di Aversa Mons. Chiarinelli nonché il nunzio apostolico in Brasile Mons. Giovanni D'Aniello.